Intervista 889 Con La band Italiana The Mürgen


L’Italia è un paese dove il metal ha la sua storia e tutti i suoi aspetti, ma dobbiamo ammettere che questa è la prima volta che abbiamo una band che beve dalla densa fonte di Sludge.Quella band è The Mugen.La band fa uno Sludge degno di ciò che ci si aspetta da lui in quanto ha il dramma, la densità e l’aspetto ben distorto.La band ci mostra il loro secondo album intitolato Educational Hazard.La band è formata da: Alessandro Marchetti come cantante, Luca Candellero come chitarrista, Damiano Ferrati come bassista, Omar Falcone come tastierista e Marco Genitoni come batterista.Alessandro e Luca hanno risposto alle nostre domande.Che seguirai in tutte le tue emozioni. Prima di ciò, andiamo alla loro canzone.

TC 1:Parle del lavoro di composizione in Educational Hazard?

Luca Castellano:La composizione di questo disco è avvenuta tutta in un periodo particolare della nostra vita in cui Alessandro ed io abbiamo passato molto tempo insieme. Non esiste un metodo preciso o una formula particolare, a volte la musica è partita dalla mia chitarra, altre volte dalle sue linee vocali. Lavorando insieme per così tanto tempo, si è creata una chimica tra noi due per cui ognuno sapeva esattamente cosa voleva esprimere l’altro. Educational Hazard nasce così, grazie ad una grande amicizia artistica e al nostro patrimonio musicale.

TC 2:La canzone 4 è una satira con la rivista?

Alessandro Marchetti:La canzone è un tributo ai darby crash death e a “Vogue” di Madonna che ha dato al mondo la possibilità di sapere quale fosse lo stile di ballo e di posa di Vogue per molti gay mentre negli anni ’80 venivano uccisi dall’AIDS. La morte come tendenza essere Legend in posa da ricordare.

TC 3:Nella settima domanda, è una domanda classica sul sé interiore o solo qualcosa di casuale?

Alessandro Marchetti:La canzone è un tributo ad un amico morto, che si è suicidato, ma alla fine il vero significato riguarda tutti quelli che si perdono lungo il Sentiero della vita.

TC 4:Qual è l’idea dietro l’album delle opere d’arte?

Alessandro Marchetti:L’opera d’arte è tutta incentrata sulla possibilità di tenere la testa alta dal gregge di pecore che il sistema vuole che siamo, non c’è nessun vero pastore ma noi stessi. La vera guerra dovrebbe essere fatta educando e educando i nostri figli per fare una vera rivoluzione pacifica .

TC 5:Perché la band ha questo nome?

Luca Castellano: È un gioco di parole sul termine demiurgo, il significato ci è piaciuto e alle nostre orecchie suonava bene.

TC 6:Qualche letteratura ispira la band?

Alessandro Marchetti:L.F. Céline, Fëdor Dostoevskij, Irvine welsh.

TC 7:La band sente differenze tra Homonymic e ora in Educational Hazard?

Alessandro Marchetti:Abbiamo composto l’omonimo quando ci siamo incontrati per la prima volta, è molto meno studiato. Avevo in cantiere delle canzoni che non sapevo usare, quando ho conosciuto Alessandro gliele ho proposte e abbiamo deciso di lavorarci insieme. Grazie a questa collaborazione abbiamo gettato le basi per il nostro sound.

TC 8:Che tipo di argomento non merita una canzone dei mÜRGEN?

Luca Castellano: Nelle murgen non c’è nessun tipo di censura, sia negli argomenti di cui parlare che nel tipo di musica con cui esprimere i nostri pensieri. Diciamo che non ci piace parlare di politica perché non è di nostro interesse. Siamo più interessati alla mente umana, alle sue deviazioni e ci divertiamo a escogitare modi musicali per esprimere al meglio le nostre storie.

TC 9:In che modo i Mürgen sono diversi dalle tue band precedenti?

Alessandro Marchetti:Un po’ più di violenza.

TC 10: Questo album è concettuale? sì o no e perché?

Luca Castellano:All’inizio. Non lo era, ma alla fine è uscito come un concept album sui problemi e le malattie umane.

TC 11:C’è una vena o una band che abbraccia a pieno lo stile sludge?

Alessandro Marchetti:Alcuni di noi amano i fanghi…è un rilassante ascolto di musica.

TC 12:Come ti sei interessato ad avere le tastiere nella tua musica?

Luca Castellano: Anche io ho sempre bazzicato tra tastiere e drum machine ma quando Omar Falcone alle tastiere si è unito alla band, ha dato una spinta in più anche in fase compositiva, il suo contributo è stato molto importante.

TC 13:Quali sono le speranze chimiche a cui la band fa riferimento nella seconda canzone?

Alessandro Marchetti: La chimica Hope potrebbe sembrare un suono sull’amore, perché amiamo qualcuno il nostro cervello agisce a modo suo ma in realtà la canzone Is All parla di dipendenza…amore per la droga e l’ansia di fondare la prossima dose del tour.

TC 14:Perché proviamo un po’ di irritazione quando ascoltiamo la prima parte dell’album?

Alessandro Marchetti: irritazione…beh, la vera domanda è: “se non c’è guerra vuol dire che c’è pace?”…la guerra arriva con i suoi modi sottili e silenziosi…non dovremmo gridare e denunciare in campo piatto che il sistema cerca di mantenere È ingabbiato?

TC 15: Prima della musica, cosa ama fare la band?

Luca Castellano: ci piace stare con le nostre famiglie.

TC 16: Messaggio ai fan, l’intervista è fatta
Luca Castellano e Alessandro Marchetti: Ciao ragazzi, abbiamo lavorato molto duramente su questo disco, spero che vi piaccia! Speriamo che possiate cogliere tutto il messaggio e il significato di ogni canzone. di

Publicado por Lipetempestade

Uma pessoa de personalidade forte mas disciplinadora e exigente

Deixe um comentário

Faça o login usando um destes métodos para comentar:

Logotipo do WordPress.com

Você está comentando utilizando sua conta WordPress.com. Sair /  Alterar )

Foto do Google

Você está comentando utilizando sua conta Google. Sair /  Alterar )

Imagem do Twitter

Você está comentando utilizando sua conta Twitter. Sair /  Alterar )

Foto do Facebook

Você está comentando utilizando sua conta Facebook. Sair /  Alterar )

Conectando a %s

Este site utiliza o Akismet para reduzir spam. Saiba como seus dados em comentários são processados.

Guilherme Angra

Escritor e Psicoterapeuta

UNDERGROUND N' PROUD

THE BEST OF THE ROCK AND METAL UNDERGROUND!

THE HEADBANGING MOOSE

PURE F****N' METAL!

Rock Out Stand Out

The go to place for all the latest in rock and metal music!

The Metal Wanderlust

Metal, Metal, and maybe even some more Metal!

The Metal Gamer

Where the world of metal and gaming becomes one

MAGAZINEANV

DIVULGUE PRODUTOS DO

Tempestade Conservadora

Atitude,Esporte e Espiritualidade

Blue Disc Blog

Resenha de Discos

Discover WordPress

A daily selection of the best content published on WordPress, collected for you by humans who love to read.

Faiock Estúdio

Edição de vídeos, jingles, dublagem, conteúdo, animação etc

HeavyMetalToTheWord

Propagando o Rock e o Metal na sua verdadeira essência..!!

Blog da Jor72

Blog de 'Jornalismo Online' da Faculdades Cearenses (FAC) 2020.2

Cinemarcoblog

Cinema, séries e memórias de um cinéfilo.

Metal Viewer

Kleine Bands werden hier groß geschrieben.

%d blogueiros gostam disto: